il decalogo del naturaid

 

   informazioni

 
   modalità iscrizione
 

 

Organizzazione tecnica:

Ufficio Viaggi

e Turismo Garda S.r.l.
Viale Martiri XXVIII giugno, 11/A
38066 Riva del Garda

(Trento) ITALIA
Tel. +39 0464 554018
Fax: +39 0464 554476
amministrazione@gardareisen.it maur.doro@gmail.com

 

 

NATURAID NAMIBIA EXPLORER BY BIKE vedi. foto   >Film

Eccolo, un nuovo viaggio-avventura-esplorazione. Questa sarà una prima solo per motivati e pronti ad affrontare i progetti nuovi con entusiasmo e curiosità. In MTB attraverso il deserto più antico del mondo il Namib. Visiteremo luoghi unici al mondo come laghi salati e pozze d’acqua tra le dune. L’area del Sossusvlei, splendida e spettrale ma affascinante, caratterizzata da un immenso e arido altopiano, circondato e costellato da spettacolari dune di sabbia gialla e rossa, alte anche 350 metri. Incontreremo piccoli insediamenti di popolazioni Damara, e ancora, ci inoltreremo tra gole e rocce alla ricerca di pitture rupestri dei boscimani a Twyfelfontein, conosceremo una pianta unica al mondo che può vivere fino 2500 anni, la Welwitschia Mirabellis, una specie di conifera fossile. Paesaggi immensi che sconfinano al nostro sguardo verso tramonti dai colori inimmaginabili. E infine il Parco Etosha incontrando i suoi animali. E’ un viaggio molto speciale proposto per la prima volta, ancora incontaminato e lontano dalle grandi rotte turistiche.

QUESTO E' IL NATURAID NAMIBIA EXPLORER BY BIKE: un sogno da realizzare.

In rosso pista in pulmino
In nero pista in bike  ....

 

NATURAID NAMIBIA EXPLORER BY BIKE vedi. foto   >Film

le date proposte sono:

> aprile 2018

Per il numero di posti disponibili limitati è consigliabile prenotarsi in anticipo. Maurizio Doro è disponibile per i primi contatti e informazioni. L'avventura sarà guidata da Maurizio Doro

 

*La logistica della spedizione* "Viaggi_Namibia%20Logistica.htm"> > clicca qui

 

 

Programma dettagliato

Costo 1900 euro (+ volo circa 1250 euro).

 

E’ necessario un certificato medico che vi rilascerà il vostro dottore e certifica il vostro buono stato di salute a fare il viaggio in bici nelle zone desertiche della Namibia. 

PASSAPORTO CON VALIDITA' ALMENO 6 MESI PRIMA DELLA SCADENZA

 

E' un viaggio speciale e sicuramente ci aspettano tante sorprese, si richiede:

disponibilità, serenità, elasticità ad accettare eventuali cambiamenti di programma improvvisi e magari necessari per mantenere la sicurezza del gruppo e rispettare il programma, (prenotazioni cancellate, chiusura improvvisa dei B&B, guasti meccanici, condizioni climatiche avverse, impraticabilità delle strade e delle piste, ritardi vari ecc.)

tenda, materassino e sacco a pelo personali (non forniti dall’organizzazione)

la sveglia della mattina è sempre molto presto, anche prima delle 07:00

La quota di iscrizione COMPRENDE:

Volo aereo Italia - Namibia A/R.
Assicurazione di base per il gruppo: ELVIA ASSICURAZIONI e i valori sono di 413.17 euro per il furto e 2582 euro per le spese mediche.
Assistenza completa per tutto il tour.
Tutti i trasferimenti in pulmino e carrello per valige e bike con partenza e ritorno del tour dall’aeroporto di Windhoek in Namibia
Tutti i B&B e campeggi menzionati nel programma con mezza pensione.
Pranzo freddo lungo il percorso per tutto il tour in MTB.
Equipaggiamento per il pranzo (posate, piatti, bicchieri, tovaglioli ecc).
Tutta l'acqua per il tour, fornita alla mattina, al pic nic e a fine tappa.
Maglietta e ricordo NATURAID.

La quota di iscrizione non comprende:

Tenda materassino e sacco a pelo
Eventuali tasse aeroportuali, costo bici e sovrappeso bagaglio
Le bevande e dessert ai pasti ed extra
Le escursioni-visite guidate, entrate ai parchi, ai musei e altro (facoltative)
Tutto quello non espressamente indicato da programma

Questa è l’avventura del vero Naturaider:

 

 

 

 

 

 

Il programma potrà subire delle modifiche non dovute all'organizzatore.


Gli zaini e le borse verranno caricati sui pulmini che seguiranno sempre il gruppo sulla stessa pista.


*La logistica della spedizione* > clicca qui

SCHEDA TECNICA (programma)

LUNGHEZZA: Bike 550 chilometri, Transfert Pulmino 1800 km

DISLIVELLO: 3.500 metri

NUMERO TAPPE: N°8. Ogni tappa è di circa 50-80 km con un dislivello di circa 400-1000m. 

DIFFICOLTA': MEDIO-FACILE, si pedala al ritmo del viaggiatore curioso, adatto a tutti i biker,

1° GIORNO: partenza da Milano Malpensa (orari da verificare).

2° GIORNO: arrivo a Windhoek.
Incluso sistemazione in Guest House, e colazione.
Pranzo e Cena non inclusa

3° GIORNO: Windhoek transfert a Maltahohe. Dopo aver recuperato i nostri pulmini, carrello e fatto rifornimento di provviste ed acqua, ci metteremo alla guida verso Maltahohe. Trasferimento di circa 400 km ma su larga strada tipo America. Lungo il percorso ci fermeremo in piccoli negozi poveri e spartani per il pranzo libero.
Incluso sistemazione in Guest House, cena e colazione. Sistemazione e montaggio bici.

4° GIORNO: Maltahohe – Fattoria nei pressi del Namib (circa 70 km bici). Dopo la prima colazione faremo un piccolo trasferimento di 40 km prima di inforcare finalmente le nostre biciclette. Si comincia ad assaporare il vasto paesaggio avvolto dal silenzio più assoluto. Lungo il percorso ci fermeremo per la pausa pranzo. Arrivo in luogo speciale con sorpresa. Notte in bungalow o camping. Incluso pranzo freddo lungo la pista, cena e colazione.

5° GIORNO: Fattoria - Sossusvlei (circa 70 km bici). Dopo la prima colazione partenza per Sossusvlei attraverso le montagne, da cui si gode uno splendido panorama sulla piana del Namib. Attraverseremo paesaggi per noi nuovi con praticamente nessun segno di presenza umana, fino a giungere alle porte del parco di Sossusvlei
Incluso: pranzo freddo lungo la pista, cena e notte. Notte al Parco Camping (probabile grigliata)

6° GIORNO: Sossusvlei - Parco (circa 80-100 km bici). Dopo la colazione di buon mattino inforcheremo le nostre bici e partenza prima dell'alba per Sossusvlei, in modo da poter entrare all'apertura dei cancelli nel parco e poter godere degli splendidi colori delle prime luci dell'alba sulle splendide e gigantesche dune di sabbia, con la visita dei suoi Vlei (pozze effimere praticamente sempre asciutte) più famose e cioè Dead Vlei e Sossusvlei il lago salato. Visita alle più famose dune, la prima è a 45 km ed eventualmente al canyon di Sesriem. In tardo pomeriggio ritorno in pulmino al camping. Incluso: pranzo freddo lungo la pista, cena e notte al Parco Camping (probabole grigliata)

7° GIORNO: Sossusvlei – Loadg-Bungalow  (circa 50 km bici). Colazione, e in bici al mattino presto pedaleremo attraverso paesaggi secchi ma molto suggestivi dove la pace è la regina. L’arrivo nel pomeriggio per un meritato relax. Incluso pranzo freddo lungo la pista, cena e notte in Bungalow.

8° GIORNO: Loadg Bungalow  - Swakopmund (trasferimento in pulmino Km. 380 ca. ). Prima colazione e partenza per Swakopmund, attraversando il Namib Naukluft park. Sosta d'obbligo a Soliter per piacevole sorpresa poi verso Walvis Bay. Durante il trasferimento faremo una sosta quando possibile per il pranzo libero. Arrivo nel tardo pomeriggio al nostro B&B situato in prossimità dell’oceano, nella curiosa località di impronta tedesca sull’Atlantico. Incluso sistemazione in B&B, colazione. Cena libera con possibilità di magiare pesce, dal fritto alle ostriche fino all'aragosta.

9° GIORNO: Swakopmund - Uis  (trasferimento in pulmino Km. 280 ca. ) Non mancheranno anche in questa giornata le novità e le sorprese. Viaggeremo prima su una strada di sale fino ad incontrare la gigantesca e famosa colonia di foche di Cape Cross e poi dopo una sosta per il pranzo libero, proseguiremo nell'accecante paesaggio arido verso le montagne sacre.  A Cape Cross vedremmo decina di migliaia di esemplari di foche  ammassate  sulla spiaggia e nel mare antistante, sentiremo anche un odore  nauseabondo dovuto anche alla presenza di carogne all'interno della colonia, ma resterà  per noi una  scena memorabile. Incluso sistemazione in B&B o camping, cena e colazione.

10° GIORNO: Uis - Villaggio Damara (circa 55 km bici). Colazione e  partenza di prima mattina in sella nuovamente alle nostre biciclette in direzione dell'importante massiccio del Brandeberg ed escursione dedicata alla visita della regione del Damaraland. Dalla nostra pista prenderemo una deviazione e seguiremo a piedi un piccolo sentiero per 3 km per visitare di uno dei due più importanti siti dedicati alle incisioni e pitture rupestri di White Lady (6000 anni). Incluso: pranzo freddo lungo la pista, cena e notte in bungalow.

11° GIORNO: Villaggio Damara – B&B Base Naturaid (circa 90 km bici). Ancora in bike per affrontare la pista attraverso una catena montuosa aspra ma spettacolare. Lungo il percorso ci fermeremo a visitare un villaggio Damara: Soris Soris e la sua grande scuola che accoglie tutti i bambini e ragazzi che abitano nelle abitazioni sparse della regione. Giornata impegnativa, ma raggiungeremo la "Base Naturaid" per un meritato relax. Saremo in un luogo straordinario ma lo scoprirete al momento. Incluso: pranzo freddo lungo la pista, cena e notte in tenda (probabole grigliata).

12° GIORNO Base Naturaid - Twifelvontain (ultimo giorno di pedalata circa 50 km bici). Colazione e poi siamo nuovamente in sella alle nostre bici tra gli splendidi scenari di queste montagne.
Incluso pranzo freddo lungo la pista,
cena e notte in tenda.

13° GIORNO: Twifelvontain – Khorixas – Etosha National Park. (Montaggio bici e trasferimento in pulmino Km 250 ca.). E' arrivato il momento di imballare le bici sosta per il pranzo e poi transfert con direzione verso l' Etosha National Park. Arrivo al nostro Lodges, in prossimità dell’Anderson Gate, nel tardo pomeriggio.
Incluso: pranzo freddo lungo la pista, colazione e cena e notte in Lodge.

14° GIORNO: Etosha National Park (Visita nel parco NON COMPRESA) - Trasferimento a Windhoek . Colazione e partenza di prima mattina, giornata dedicata al safari fotografico per vedere gli animali nel loro habitat, come leoni, ghepardi, iene, giraffe, antilopi, uccelli vari e altri animali della savana africana. Naturalmente per sicurezza a bordo dei  LORO pulmini intorno ai campi di Okakuejio Rest Camp, Halali e Namutoni. Pranzo libero.
Nel primo pomeriggio partenza in direzione di Windhoek. Sosta lungo la via nella cittadina di Okahandja, e il suo rinomato mercato di oggetti tradizionali in legno. Arrivo a Windhoek nel tardo pomeriggio e breve visita della capitale che conserva ancora l’impronta coloniale tedesca.
Incluso: colazione e notte in B&B. Cena libera in un particolare locale della città.

15° GIORNO: partenza da Windhoek verso Milano (orari da verificare). In mattinata, trasferimento all’aeroporto per il volo di rientro. (giornata libera)

16° GIORNO: arrivo in Italia


WINDHOEK

La capitale Windhoek - che significa “Angolo ventoso”-, è il cuore pulsante del Paese e mantiene ancora oggi una netta impronta germanica. La massiccia presenza tedesca (nel 1884 con il Congresso di Berlino la regione divenne colonia tedesca e tale rimase fino al 1915), è ancora tangibile. Non stupisce pertanto la presenza di automobili Volkswagen e Mercedes che circolano per le vie della città, il profumo della torta di formaggio e crauti oppure delle delikatessen preparate ancora secondo la tradizione tedesca. Ma il simbolo tipico della capitale è la Christuskirche, la cattedrale luterana, in stile Neogotico e Art nouveau, ideata da Gottlieb Redecker.

DESERTO del NAMIB

Il deserto del Namib è considerato il deserto più antico del mondo. L’area del Sossusvlei è caratterizzata da un immenso earido altopiano, circondato e costellato da spettacolari dune di sabbia gialla e rossa, alte anche 350 metri. Chi lo percorre ha sempre più spesso la sensazione di trovarsi in una delle più inospitali regioni della terra: ma questo è il fascino “assoluto” del deserto. Eppure, durante la stagione delle piogge, gli straripamenti del fiume Tsauchab creano vaste zone allagate e pozze profonde, da cui spuntano quasi sommerse le chiome dei radi alberi, e che fanno da richiamo agli uccelli acquatici e alla fauna selvatica. Talvolta sulle dune fiorisce un fiore giallo, e l’effetto è suggestivo. E’ senz’altro la cosa più affascinante e caratteristica della Namibia, ed è l’unica che vale senz’altro una deviazione di alcuni giorni quando si è “in zona” anche senza toccare le altre località del paese.

SWAKOPMUND E LA SKELETON COAST

Stazione turistica della costa ovest della Namibia, Swakopmund non cela il fascino della sua origine coloniale: qui, come in tutta la Namibia, sono evidentissime le tracce della dominazione tedesca, soprattutto nell’architettura. Le belle spiagge sono anche un ottimo campo di battaglia per i pescatori: qui il cosiddetto “beach legering” è sport tradizionale. Il visitatore dispone qui di un bel museo, di bar e di ristoranti a piacere. Da qui verso nord si distende la Costa degli Scheletri. Avvolta dalle nebbie e dalla schiuma dell’oceano burrascoso, la Costa degli Scheletri deve il suo nome alle numerose carcasse di navi che qui hanno fatto naufragio. Semideserta, popolata di foche e di leoni marini, di gabbiani e di uccelli delle procelle, la Costa degli Scheletri viene sovente raggiunta da branchi di animali selvatici provenienti dall’interno.

DAMARALAND

La regione del Damaraland offre alla desolata costa dell’Oceano Atlantico, qui sempre agitato e ribollente di schiuma, un retroterra desertico capace di ospitare notevoli paesaggi e una meraviglia naturale come una grande foresta pietrificata a pochi chilometri da Khorixas, la capitale del distretto. Altre tappe obbligate le antiche e numerose pitture rupestri dei boscimani a Twyfelfontein, la strana formazione geologica “Organ Pipe” e la catena montuosa “Burnt Mountain”. In zona si trovano anche le stranissime piante di “Welwitchia Mirabellis”

PARCO ETHOSHA

Il Parco Etosha è considerato uno dei parchi più affascinanti dell’Africa Australe. Fondato nel 1909 dal governatore tedesco della colonia, esso può vantare un’estensione di oltre 22 mila chilometri quadrati e la presenza di oltre 144 specie di mammiferi selvatici e di 340 specie di uccelli. Il territorio del parco ha al centro una vasta e caratteristica depressione, l’Etosha Pan, in cui possono essere frequenti i miraggi. Di notevole interesse i forti che le truppe tedesche usarono nelle prima guerra mondiale: alcuni trasformati in impianti turistici. In una fattoria, è custodito e visitabile il più grande meteorite consosciuto, scoperto nel 1920, con una massa approssimativa di 540000 chilogrammi, caduto sulla Terra all’incirca 80 mila anni fa.

 


*La logistica della spedizione*> clicca qui

Domande ricorrenti

Chi partecipa deve avere una preparazione particolare? No, non serve essere degli atleti o avere precedenti esperienze di viaggi. Si viaggia e si pedala al ritmo lento del viaggiatore curioso, si fanno soste e fotografie lungo il percorso, incontrando villaggi, bambini, nomadi, pastori, assaporando qualche volta il piacere di stare soli nel silenzio dell'ambiente che ci circonda. E' sufficiente essere in grado di fare almeno 40-50 km in una giornata intera. In caso necessità i mezzi di assistenza sono a disposizione per far salire chi è stanco. E’ necessario un certificato medico che vi rilascerà il vostro dottore che certifica il vostro buono stato di salute per fare il viaggio in bici. (Per i viaggi in quota tipo India e Bolivia è indispensabile una visita medico sportiva sotto sforzo).

Possono partecipare anche persone che non pedalano? Si, possono seguire il gruppo a bordo delle jeep e condividere i momenti della giornata e delle soste.

Non sono molto allenato, con un pò di spinning e qualche uscita posso partecipare? In questi viaggi non andremo a fare delle gare e nessuno di noi in questi posti e tra quelle meravigliose popolazioni deve dimostrare la propria bravura di ciclista. Basta un minimo di preparazione. E' consigliabile pedalare su percorsi collinari dove ci sia la possibilità di fare qualche salita. 2-3 uscite la settimana di almeno 2 ore di pedalata consecutiva sono sufficienti per raggiungere la forma giusta e gustarsi l'avventura.

Cosa "fa più male", il caldo o l'eventuale difficoltà? E i dislivelli sono importanti? Non ci sono mai particolari difficoltà tecniche o situazioni pericolose. In Namibia non ci sono dislivelli significativi, ma le temperature si avvicinano ai 38° nelle ore più calde. In Bolivia e in India si superano i 4000 m ed è necessario qualche giorno per acclimatarsi. Nel FOGLIO NOTIZIE per ogni viaggio verranno date tutte le informazioni necessarie.

Serve una bicicletta speciale? Non è richiesta una MTB speciale. Si consiglia una bicicletta fornita di forcella anteriore ammortizzata, e un assetto e posizione in bici non da gara, ma con una posizione più confortevole per evitare di caricare troppo la schiena, braccia spalle e mani.

E’ possibile affrontare il viaggio con bici non proprio all'ultimo grido? Non sono percorsi troppo tecnici per cui può andar bene anche una bici datata, probabilmente sarà un pò pesante.

Come deve essere attrezzata la bici? Non è necessario attrezzarla con grandi borse, ma è consigliabile montare un piccolo borsino sul manubrio per gli oggetti personali, (crema, fazzoletti, cappello, occhiali, macchina fotografica ecc.), si può utilizzare anche un piccolo zaino anche perchè i bagagli sono sulle jeep. Invece, per la sicurezza è necessario un controllo totale fatto dal meccanico di fiducia prima di partire. Ognuno deve essere in grado di fare la normale manutenzione e riparazione sul luogo e lungo il percorso. Si consiglia di portare 3-4 camere d'aria, il set di pezze di riparazione e di utilizzare gomme artigliate. Maurizio Doro in ogni caso è sempre presente e disponibile in caso di bisogno.

Quanto tempo si passa in bici? Solitamente si viaggia tutto il giorno per arrivare alla fattoria a metà pomeriggio. Il relax è la parola d’ordine e le soste sono molte. In caso di stanchezza si può salire sulla jeep al seguito.  

Quante jeep ci sono? Siamo sempre supportati e seguiti da un numero di jeep sufficiente da permettere di far salire in qualsiasi momento tutti i biker e le relative biciclette.  

Come sono i percorsi? I percorsi scelti sono vari e poco trafficati. I viaggi proposti non sono commerciali e sono lontani dalle solite rotte turistiche. E' un viaggio mirato a chi cerca ancora un territorio primordiale, si viaggia in ambienti remoti dove ancora ora la luce e l'acqua sono un bene raro e prezioso. Ci possono essere alcuni tratti di strada asfaltata, ma prevalentemente il fondo è sempre su pista di sterrato buono, non c'è mai da spingere la bici.

Per i pasti come ci si deve comportare? Negli alberghi si ha il servizio di mezza pensione per cui si mangia nel ristorante dell'albergo quando si pernotta. Durante il percorso il nostro Staff prepara il pranzo al sacco nella pausa di mezzogiorno. 

Quanto viene a costare il tutto (bibite comprese)? Nel pacchetto il costo comprende tutto, tranne le bevande alcoliche e fuori pasto.

Come sono i posti dove alloggeremo? Gli alberghi e le fattorie scelte sono pulite e molto pittoresche. IL PERNOTTAMENTO E' IN CAMERE DOPPIE.

Come si imballano le bici? E’ comodo utilizzare lo scatolone che hanno i rivenditori di bici perché all’interno assieme alla bici si può mettere tutto l’altro materiale (abbigliamento, scarpe, sacco a pelo ecc). Farsi aiutare dal meccanico di fiducia e mettere la bici nello scatolone smontando il manubrio i pedali, le ruote, e svitare il cambio dal telaio per evitare che possa prendere dei colpi e possa far leva sul telaio. Puoi avvolgere le parti con del materiale anticolpo.

Entro quando bisogna prenotare? E’ necessario inviare una caparra di 400 euro almeno 60 giorni prima della partenza per prenotare e bloccare il costo del Tour, oltre questo periodo è possibile che ci siano variazioni per quanto riguarda il costo del volo.

Servono delle vaccinazioni particolari? Per la Namibia non sono necessarie vaccinazioni particolari, mentre per altri luoghi sarà specificato nel "FOGLIO NOTIZIE"

Quale tensione di alimentazione c'è in Namibia? Servono degli adattatori? La tensione è a 220v  e  servono adattatori o spine particolari, verranno acquistati sul luogo, mentre per altri luoghi sarà specificato nel "FOGLIO NOTIZIE"